Linee Guida per Una Sana Alimentazione

Graziano Santeramo Personal Trainer Lugano Foto di schiena con vista panoramica del lago e città di Lugano

Una malattia può avere mille padri, ma una sola madre: l'alimentazione squilibrata. (Proverbio cinese)

Le linee guida per una sana alimentazione sono quelle dettate dall’OMS Organizzazione Mondiale della Sanità.

 

Dopo anni di ricerca e di studi le maggiori organizzazioni Mondiali per la salute sono arrivate alla conclusione che una delle migliori alimentazioni è quella che viene definita Dieta Mediterranea.

 

La riscoperta della validità della convenienza del modello alimentare mediterraneo ha preso consistenza negli anni 70, quando ci si è meglio resi conto del profondo legame esistente fra il modo di mangiare (tipo di alimenti consumati e modalità del loro consumo) ed il preoccupante aumento di certe malattie tipiche delle moderne società progredite dell’Occidente.

 

Quindi malattie del benessere o malattie da civilizzazione quali: obesità, diabete, aterosclerosi, ipertensione, malattie cardiovascolari in genere, calcolosi ecc ..

 

Ecco perché l’alimentazione moderna occidentale ed americanizzata che a tanti sembra ancora attuale, desiderabile, seducente e logica delle nostre vecchie abitudini alimentari, e che tanti proseliti ha fatto soprattutto nelle nuove generazioni, rappresenta la strada più facile verso quegli errori, quegli eccessi e quegli squilibri che tanta parte hanno avuto nel favorire la diffusione delle “malattie da benessere”.

 

Vediamo allora cosa prevede come nutrienti la Dieta Mediterranea. Seguire il modello alimentare mediterraneo vuol dire semplicemente utilizzare con regolarità i cibi della nostra tradizione, suddividendoli in 4-5 pasti nell’arco della giornata. La suddivisione fra carboidrati grassi e proteine è: 60% carboidrati, 25% grassi, e 15% proteine.

 

Per carboidrati s’intende la pasta il riso il pane i cereali, la verdura e la frutta, mentre per i grassi soprattutto olio d’oliva extra vergine, oltre ai grassi contenuti nella carne e nei latticini con moderazione, e i grassi benefici contenuti nel pesce.

 

Le proteine soprattutto da fonti vegetali, con moderato consumo di carne, latticini e uova, 2 o 3 porzioni di pesce azzurro alla settimana.

 

La dieta Mediterranea prevede anche un moderato consumo di vino rosso molto ricco di particolari antiossidanti, la dose consigliata e di 1, max. 2 bicchieri a pasto. Molta importanza hanno anche i legumi come fagioli lenticchie e ceci, come fonti proteiche che si completano bene con i cereali come la pasta.

 

Naturalmente per completare il quadro di una vita sana non dobbiamo dimenticare l’attività fisica per i suoi molteplici vantaggi sulla salute generale, ma questo e un argomento che verrà trattato per esteso in un altro articolo blog.

 

Per riassumere; più cereali, legumi, ortaggi e frutta. Poca carne, latticini e uova, 3 porzioni di pesce alla settimana, 2 litri di acqua al giorno e attività fisica quotidiana.

 

Questo che vedete è un articolo già pubblicato a marzo 2005, praticamente quasi 20 anni fa’, ma i principi non cambiano. Una sana alimentazione è il primo pilastro la per una lunga vita.

 

Possiamo divertirci scoprendo nuovi menu, non deve essere per forza una dieta ripetitiva. L’importante sono le basi.

Per qualsiasi dubbio non esitare a contattarmi per una consulenza personalizzata.

 

Il secondo pilastro è l’attività sportiva. Nei prossimi articoli potrò darti consigli utili per quanto riguarda l’attività fisica quotidiana e la salute in generale.

 

Sono più di 40 anni che seguo questi principi e oggi, a 68 anni, mi sento giovane come un trentenne.

Articoli pubblicati